Anche Eni contraria al trasferimento di Golar Tundra: aumenterebbe i costi del gas. E Snam proporrebbe addirittura di spostare i coralli. Toti non ha più scuse, non c’è nessun motivo per portare il rigassificatore a Savona Vado

Rigassificatore, Arboscello (PD): “Anche Eni contraria al trasferimento di Golar Tundra: aumenterebbe i costi del gas. E Snam proporrebbe addirittura di spostare i coralli. Toti non ha più scuse, non c’è nessun motivo per portare il rigassificatore a Savona Vado se non interessi politici personali”
“Anche Eni contraria al trasferimento di Golar Tundra a Vado, ad affermarlo è stato il vice presidente senior di Eni Giuseppe Viscardi che a Staffetta Quotidiana – come riportato da ShipingItaly – ha dichiarato che il trasferimento ‘aumenterebbe i costi infrastrutturali con impatti da ultimo sui costi di importazione del gas, ragion per cui andrebbe evitato’. Toti ormai non ha più giustificazioni a cui appellarsi e rimane l’unico a volere un trasferimento che,  stando alle parole di Viscardi, aumenterebbe anche i costi del gas, altro che servizio ai cittadini e al Paese”, così il consigliere regionale del Partito Democratico Roberto Arboscello dopo aver appreso a mezzo stampa le dichiarazioni di Eni.
 “Siamo di fronte a una vicenda che sta toccando i limiti del grottesco: non solo il trasferimento di Golar Tundra non porterebbe nessun beneficio in termini di produzione di gas e costi dell’energia – come invece Toti vorrebbe far credere –  ma per portarla a Savona Vado Snam sembrerebbe aver  proposto, durante l’incontro con l’Area Marina Protetta di Bergeggi, che se necessario sposterebbero i coralli per poi riposizionarli. A loro dire per tutelarli a nostro parare una soluzione e una proposta al limite del ridicolo che rischierebbe di distruggere l’ecosistema marino di Bergeggi. Toti pur di portare il rigassificatore a Savona Vado, per i suoi interessi politici (ormai è chiaro a tutti che non ci sono altre motivazioni), sarebbe disposto anche questo. Uno scenario che conferma come la nave rigassificatrice interferisce e pesantemente con l’area marina protetta di Bergeggi, come hanno affermato sia Ispra sia il direttore dell’Area. Ora speriamo che Toti prenda coscienza della situazione e invece di fare comunicati trionfalistici, di incontri con i territori dove sono tutti d’accordo con lui, guardi in faccia la realtà e ascolti veramente i cittadini, gli amministratori locali e i pareri tecnici finora espressi. Compreso quello di Eni”, conclude Arboscello.

Autore

Group 86

Il lavoro del gruppo

Press
Roberto Arboscello
Piaggio Aerospace, Arboscello (PD): “Ok dal consiglio regionale all’Odg per valutare disponibilità di Leonardo…
Press
Roberto Arboscello
Concessioni balneari, Arboscello (PD): “Basta annunci e slogan, è tempo che la politica si…
Press
Davide Natale
Call center Customer Digital Service della Spezia: Natale (PD), Centi (LS), Ugolini (M5S): “Ok dal…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *