Bilancio, Toti racconta la sua favola. Una manovra che è una marchetta elettorale completamente scollata dalla realtà. Nessuna prospettiva di crescita e sviluppo e mancano soluzioni concrete per la sanità

Bilancio, Gruppo PD: “Bilancio, Toti racconta la sua favola. Una manovra che è una marchetta elettorale completamente scollata dalla realtà. Nessuna prospettiva di crescita e sviluppo e mancano soluzioni concrete per la sanità”
“Il bilancio presentato da Toti è una manovra dettata solo dall’ambizione  del Presidente: racconta una realtà fatata, dove tutto è perfetto e ogni indicatore ha il segno più, peccato che dati recenti sull’occupazione dipendente; la sicurezza sul lavoro; il calo demografico o la fuga dei giovani, presentino una situazione completamente diversa, ma basterebbe chiedere ai liguri che percezione hanno della sanità, dei possibili sbocchi lavorativi, delle prospettive per i giovani, che il quadro sul futuro sarebbe completamente ribaltato. In definitiva è un bilancio scollato dalla realtà. Quello che non manca, invece, sono gli investimenti per accrescere il consenso del Presidente, lo dimostrano i cospicui investimenti in comunicazione e nella riorganizzazione dello staff della Giunta. Una manovra che è una marchetta elettorale, comprovata dal fatto che la maggior parte degli investimenti, il 60 per cento, sono sbilanciati sul 2024/2025, e solo una piccola parte negli anni futuri”, così il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Ioculano, relatore di minoranza per il PD, dopo la presentazioni di Toti.
“Gli elementi che invece possono essere considerati in modo positivo, come il bonus nidi o i 3 milioni di euro per il recupero delle liste d’attesa della neuropsichiatria infantile, non sono accompagnati da misure che ne rendono efficace l’attuazione. Nessuna parola è stata spesa da Toti sul taglio del governo al Pnrr che riduce le strutture per l’infanzia e quindi, alla fine, si avranno agevolazioni sulle rate, ma mancheranno le strutture per accogliere i bambini. Mentre i fondi per la neuropsichiatria sono accompagnati da un emendamento che destruttura la presa in carico dei bambini che attendono terapie e riabilitazione, speriamo che nei prossimi giorni ci sia la  possibilità di un confronto per migliorare la misura. Mentre tutta l’enfasi della Giunta sui 50 milioni per le liste d’attesa rischia di essere un altro buco nell’acqua, come i 60 milioni già spesi per il piano Restart che nei fatti non ha funzionato: le liste d’attesa sono sempre infinite e per curarsi bisogna aspettare mesi, se non anni. Continuiamo a nutrire fortissimi dubbi sulla capacità della Giunta e del suo braccio armato Alisa di organizzare il sistema sanitario regionale. In pratica, la crescita, lo sviluppo e l’equità annunciati da Toti sono l’ennesima favola che il presidente racconta ai liguri, ma che nei fatti nessuno vedrà mai”, conclude Ioculano.

Autore

Group 86

Il lavoro del gruppo

Press
Roberto Arboscello
Piaggio Aerospace, Arboscello (PD): “Ok dal consiglio regionale all’Odg per valutare disponibilità di Leonardo…
Press
Roberto Arboscello
Concessioni balneari, Arboscello (PD): “Basta annunci e slogan, è tempo che la politica si…
Press
Davide Natale
Call center Customer Digital Service della Spezia: Natale (PD), Centi (LS), Ugolini (M5S): “Ok dal…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *