Crisi idrica: La giunta presenti al più presto il piano che intende adottare

Crisi idrica, Rossetti (PD): “La giunta porti al più presto in commissione e in consiglio il piano che intende adottare per ridurre gli effetti della crisi idrica in Liguria e non farsi trovare impreparata. Altre Regioni lo hanno già fatto”

“L’emergenza idrica, che sta colpendo tutto il Paese compresa la Liguria, richiede un coinvolgimento di tutto il consiglio regionale con la convocazione di commissioni consiliari dedicate per scelte politiche condivise e efficaci. E’ necessario che la Giunta Toti si attivi e faccia sapere con quale piano intende affrontare questa emergenza e quali misure pensa di adottare per ridurne gli effetti”, così il consigliere regionale del Partito Democratico Pippo Rossetti che ha presentato un’interrogazione per chiedere alla Giunta come intende intervenire sulla crisi idrica.

“A confermare la gravità della situazione, per cui diventa necessario intervenire al più presto – argomenta rossetti – sono i numeri: basti pensare che a Genova e Imperia non piove da 40 giorni e che nel capoluogo quest’anno sono caduti 100,6 mm d’acqua, contro i 537,8 dello scorso anno. Una situazione che si replica anche negli altri capoluoghi di provincia come Spezia, dove su una media di 722,3 ne sono caduti 233,8; o a Savona su una media di 422,3 ci si è fermati a 115,6 e a Imperia passati da 327,2 a 90”.

“La Giunta – conclude il consigliere – si attivi al più presto e porti in commissione e in consiglio i provvedimenti che a breve termine intende adottare per non farsi trovare impreparata di fronte a un aggravamento della situazione. Altre Regioni lo hanno già fatto”

Group 86

Il lavoro del gruppo

Press
Admin PD Liguria
Società sportive, Sanna e Arboscello (PD): “Servono risorse da destinare alle società sportive per…
Press
Luca Garibaldi
Caro bollette, Garibaldi (PD): “Serve un piano straordinario anche a livello regionale per mitigare…
Press
Luca Garibaldi
Covid, Garibaldi (PD): “Persone senza dimora vaccinate ma senza green pass: la Regione si…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.