Funivia dei forti, serve al più presto la convocazione di una commissione per audire tutti i soggetti coinvolti

Funivia dei forti, Rossetti (PD): “Serve al più presto la convocazione di una commissione per audire tutti i soggetti coinvolti. Per assecondare un’opera voluta da Bucci la Regione dice no alla VIA”
“Venga convocata al più presto la commissione regionale da me richiesta per discutere del progetto della Funivia dei forti e vengano illustrati i motivi per cui, su un’opera così impattante, è stata esclusa la Valutazione di impatto ambientale. Vogliamo audire tutte le parti coinvolte, non solo le istituzioni, ma anche comitati dei cittadini e associazioni, per un confronto sull’opera e il suo impatto”, lo chiede il consigliere regionale del Partito Democratico Pippo Rossetti dopo il ricorso al Tar presentato da Legambiente, Polis e dal comitato dei cittadini Con i Piedi per terra.
“La Regione – prosegue Rossetti – per avallare un progetto della giunta comunale si tira indietro e non affronta in modo compiuto tutti i nodi che la Funivia dei forti comporta e rinuncia a sottoporre alla procedura di VIA il progetto, nonostante ci troviamo di fronte a un’opera che attraverserà un quartiere e dove saranno costruiti piloni alti oltre 60 metri. Da due mesi abbiamo chiesto questa commissione appena la Regione aveva dato parere negativo alla VIA con una motivazione anche piuttosto ambigua, dicendo che il progetto ‘non incide su aspetti ambientali e non prefigura impatti negativi significativi sull’ambiente, fermo restando il rispetto delle condizioni ambientali’. il ricorso al Tar presentato da comitati e associazioni richiede una discussione urgente, visto che la documentazione presentata finora, come spiegato nel ricorso, è insufficiente a chiarire il reale impatto dell’opera sul quartiere, a fronte anche del fatto che non c’è stata alcuna condivisione dettagliata del progetto esecutivo con il territorio”.
“Verranno spesi soldi pubblici dal Fondo Complementare Nazionale, il cui scopo è migliorare la vita di chi vive sul territorio, quest’opera però sarà solo un ‘ascensore’ per turisti che non porterà nessun giovamento o riqualificazione al quartiere del Lagaccio, cosa che invece si potrebbe fare con la riqualificazione della cremagliera, uno dei progetti che i cittadini chiedono venga finanziato per collegare la città con il sistema dei forti: una struttura già esistente, meno impattante e più sostenibile”, conclude Rossetti

Autore

Group 86

Il lavoro del gruppo

Press
Luca Garibaldi
Sanità, Garibaldi (PD): “In Liguria cresce la spesa sanitaria per le famiglie: nel 2022…
Press
Armando Sanna
Trasporti, Sanna (PD): “Implementazione fermate ferroviarie Genova-Busalla: per la Giunta la decisione spetta all’Emilia…
Press
Luca Garibaldi
Tariffe Trenitalia, Garibaldi (PD): “Sui costi e i ricavi delle nuove tariffe di Trenitalia,…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *