La destra interrompe i lavori in aula e fa un uso strumentale delle istituzioni e non rispetta i cittadini

Opposizioni in consiglio regionale: “Rimaniamo in aula: la destra, interrompendo i lavori, fa un uso strumentale delle istituzioni e non rispetta i cittadini” 
“Dopo le polemiche sul minuto di silenzio e la scelta unilaterale della destra di interrompere i lavori del consiglio, abbiamo deciso di rimanere in Aula per rispetto delle istituzioni e dei cittadini che rappresentiamo. La maggioranza questa mattina ha fatto un uso strumentale del minuto di silenzio per commemorare l’ex presidente del Consiglio Berlusconi e della mancata partecipazione di alcuni consiglieri alle comunicazioni del Presidente del Consiglio. La scelta della destra di alzarsi e andarsene, facendo saltare i lavori consiliari, è una decisione inaccettabile e una ferita democratica e rappresenta un precedente molto pericoloso: il rischio è che ogni volta che la Giunta non è d’accordo si sentirà autorizzata a impedire lo svolgimento dei lavori in aula. L’assemblea legislativa della Liguria non è un patrimonio di Toti e della sua maggioranza, ma della Regione. Il centrodestra, abbandonando l’Aula, ha dimostrato di non avere rispetto delle istituzioni e dei cittadini liguri che dal Consiglio aspettavano risposte alle loro istanze”.
Gruppo PD Regione Liguria
Movimento 5 Stelle Liguria
Lista Sansa 
Linea Condivisa

Autore

Group 86

Il lavoro del gruppo

Press
Luca Garibaldi
Sanità, Garibaldi (PD): “In Liguria cresce la spesa sanitaria per le famiglie: nel 2022…
Press
Armando Sanna
Trasporti, Sanna (PD): “Implementazione fermate ferroviarie Genova-Busalla: per la Giunta la decisione spetta all’Emilia…
Press
Luca Garibaldi
Tariffe Trenitalia, Garibaldi (PD): “Sui costi e i ricavi delle nuove tariffe di Trenitalia,…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *